Da Mosca a Pietroburgo passando Tver'

***

OGNI Italiano conosce almeno una città russa e questa città si chiama San Pietroburgo!

MOLTI Italiani conoscono due città russe: San Pietroburgo e la capitale, Mosca.

NON TANTI Italiani ricordano i nomi di tre o quattro città russe, e POCHISSIMI ne conoscono di più. Tra di esse c’è anche la città antica di Tver'.

Perché sul sito dedicato alla città di Pietroburgo io parlo di Tver'? Ve lo spiega questo mio articolo.

All'inizio del XVIII secolo Pietro il Grande spostò la capitale della Russia da Mosca a San Pietroburgo. Andando da Mosca a Pietroburgo sulla strada principale i viaggiatori dovevano passare dall'antica città di Tver'. A quell'epoca, passavano spesso per Tver' ospiti importanti: gli ambasciatori stranieri, gli imperatori. Però la città rimaneva provinciale, tutta costruita con case di legno in vie strette e storte. Per questo motivo a Tver' c'erano spesso incendi. Il 12 maggio del 1763 l'ennesimo incendio fu così intenso che distrusse metà della città. Dopo questa tragedia la giovane imperatrice Ekaterina Seconda ordinò di costruire al posto delle rovine bruciate una città nuova con case e vie somiglianti all'eccezionale capitale della Russia, San Pietroburgo.

Per la realizzazione di questo progetto furono invitati i migliori architetti: Pietro Nikitin, Alessio Kvasov, Matteo Kasakov, Vasiliy Polivanov.

All'inizio furono tracciate le strade e progettati i futuri palazzi. Pietro Nikitin preparò quelli del Palazzo dell'Imperatore, dei palazzi sul lungofiume sul Volga e di quello del magistrato.

La maggior parte dei soldi per la ricostruzione della città fu data da Ekaterina Seconda. E già nel 1767 la zarina russa desiderava controllare come venivano impiegati i suoi soldi e si recò personalmente a Tver'. All'imperatrice, Tver' piacque così tanto che la impose come modello per tutte le altre città russe. Proprio da Tver' iniziò la ricostruzione delle altre città in un modo nuovo.

Tver' venne ricostruita dagli architetti migliori. All'inizio del XIX secolo, per qualche anno, ci lavorò il grande architetto russo Karl Rossi: ricostruì il Palazzo dell'Imperatore e la galleria dei negozi, e progettò le case dei mercanti e il Teatro.

Alla fine del XIX secolo nei sobborghi di Tver' furono costruite fabbriche di tessuti e tessiture e altri stabilimenti industriali. Nel 1851 la nuova Ferrovia Nikolaevskaya collegò Tver' a Mosca e San Pietroburgo con una strada comoda e poco costosa. Per questo motivo a Tver' fu costruita una stazione di prima classe dove fermavano tutti i treni. Se vi capita di visitare Tver' andate a vedere questa bellissima stazione!!

Nel XIX secolo, al centro di Tver' fu costruito molto. Una delle cose fondamentali fu la costruzione del ponte sul Volga. Dai tempi di Pietro il Grande ogni anno, nel periodo estivo, sul fiume Volga veniva costruito un ponte galleggiante temporaneo fatto da barche con una copertura di legno per far passare i pedoni e le carrozze. Ma l'8 settembre del 1900 venne iniziata la costruzione del nuovo ponte Volzkiy, progettato dall'ingegnere pietroburghese Tochinskiy e costruito dall'ingegnere ceco Mashek. La lunghezza del ponte nuovo era di 215 metri, la sua larghezza di 5,7 metri. Divenne una delle costruzioni più belle della città. Nel 1941 purtroppo fu fatto esplodere dai nazisti ma il 16 dicembre dello stesso anno fu iniziata la sua ricostruzione. Ora, in città, è conosciuto come Starovolzkiy, o il Ponte Vecchio.

Ma la perla della città di Tver' è il fiume Volga, uno dei più grandi e affascinanti del mondo. È un fiume che attraversa numerose città russe e, anche a Tver', crea un paesaggio indimenticabile. Per questo motivo vale la pena visitare Tver' sia d'inverno sia d'estate, perché vedrete due città diverse ma ugualmente belle. D' inverno il Volga gela e potrete camminare sul giaccio attraversandolo da una parte all'altra. D'estate è bello passare prendere la barca e vedere Tver' dal fiume, come si vede Pietroburgo dalla Neva, viaggiando con i traghetti.

Tver' è una delle città più belle che abbia mai visto! La sua architettura unisce l'antichità delle tipiche città russe e l'eleganza dei palazzi voluti da Ekaterina Seconda e costruita dagli stessi architetti che hanno reso Pietroburgo amata e conosciuta in tutto il mondo.

Tver' ha diversi palazzi stupendi, antiche case di legno concentrate nel quartiere che si chiama Zat'macie (Zat'macie vuol dire "dietro il fiume T'maka"), musei, bellissime chiese e cattedrali da visitare e tante belle vedute sul Volga! Speriamo che le frontiere riaprano presto e che noi tutti possiamo riprendere i nostri viaggi!

Quando organizzate il vostro viaggio per San Pietroburgo ricordate che a metà strada tra Mosca e San Pietroburgo c’è Tver' che merita senz'altro di essere visitata. Fateci una sosta e godete la bellezza della Russia anche in questa antica e splendida città!

Ed io Vi invito di fare isieme a me una foto gita per la bellissima Tver' e visitare anche la parte della città che si intitola Zat'macie che in russo vuol dire "sopra il fiume T'maka"! Zat'macie è la parte antica della città di Tver' dove sono conservate tipiche case di legno con le decorazioni particolari delle finestre. Queste decorazioni esistono solo in Russia e si chiamano NALIČNIKI.

 

Marina Nikolaeva, aprile 2021

Copyright (c) 2020-2021 Pietroburgo.ru